venerdì 5 settembre 2008

Suggerimenti per l’attività alternativa all’IRC

Dal sito della Elledici, il parere dell’esperto Sergio Cicatelli in risposta a specifica domanda in merito

“Chiedo gentilmente un parere in merito alla discussione in corso nel mio Collegio: è possibile prevedere per studenti che hanno scelto l’attività alternativa all’IRC anche un impegno in un laboratorio scientifico extracurricolare, oppure l’attività alternativa deve essere solo “attinente” all’IRC (es. lettura di giornali finalizzata ad analizzare problematiche etiche, sociali ecc.) e quindi non specialistica/disciplinare? Ringrazio e porgo distinti saluti”.

Lettera firmata

“Nel programmare le attività alternative all'Irc il collegio dei docenti deve ricordare che da esse devono rimanere «escluse le attività curricolari comuni a tutti gli alunni» (CM 368/85). Per la scuola superiore la CM 131/86 ricorda inoltre che tali attività devono essere programmate «tenuto conto delle proposte degli alunni stessi» e che «saranno particolarmente rivolte all'approfondimento di quelle parti dei programmi, in particolare di storia, di filosofia, di educazione civica che hanno più stretta attinenza con i documenti del pensiero e dell’esperienza umana relativa ai valori fondamentali della vita e della convivenza civile». Infine, quanto all'assegnazione di dette attività a specifici docenti, la CM 302/86 precisa che «attività diverse rispetto a quelle indicate nella più volte richiamata CM n. 131 del 3-5-1986 sono da ritenersi consentite subordinatamente alla utilizzazione di risorse certamente già disponibili e purché, comunque, il loro svolgimento non comporti il ricorso a supplenze».

Nel caso specifico di un «laboratorio scientifico extracurricolare» occorre perciò verificare la compatibilità della proposta con le indicazioni sopra richiamate: se dovesse trattarsi di argomenti appartenenti ai programmi delle discipline scientifiche comprese nel piano di studi o se si dovesse ricorrere alla nomina di supplenti di tali discipline, la proposta è da ritenere illegittima; può invece accertarsi se in qualche modo i contenuti trattati (su cui il collegio dei docenti deve dare indicazioni al docente incaricato dell'attività alternativa) possono essere ricondotti ai valori della vita e della convivenza civile, secondo il dettato della CM 131/86”.

Prof. Sergio Cicatelli

Riccardo

Nessun commento: