lunedì 17 novembre 2008

voto o giudizio: questo è il problema!


La mail di una collega (Lucia) alla mailing list degli insegnanti di religione mi ha fatto riflettere sul problema della valutazione per l'Irc. Da sempre la questione presenta luci ed ombre, ma il recente Decreto Gelmini che ha introdotto i decimali anche alla Primaria e Secondaria di 1° grado, ha fatto riaffiorare dubbi e speranze... Sappiamo bene che Religione cattolica è una disciplina regolata dal Concordato, perciò eventuali modifiche devono essere approvate dalla Cei, ma certamente la situazione rischia di emarginare ancor di più la nostra materia, almeno in quegli ordini di scuola in cui era valutata con gli stessi giudizi degli altri...
Voi cosa ne pensate?
Un altro collega, Michele, ha segnalato la risposta pubblicata sull'ultimo numero di Insegnare Religione, la rivista della Elledici per la Secondaria: qui trovate il pdf dell'interessante articolo di Sergio Cicatelli.
Ne approfitto per segnalare che il sito della Elledici offre una ricca sezione dedicata alla Scuola con la proposta mensile di unità didattiche da approfondire.
Chi fosse interessato ad iscriversi alla mailing list nazionale degli insegnanti di religione, può contattare il moderatore: tutor[at]consonni.info
Monica

4 commenti:

Christian ha detto...

Che forte!!! Il sito che hai segnalato dell'LDC sezione unità di apprendimento è curato dal mio collega predecessore... :-)

gianni ha detto...

bah, non so...
insegno religione alle superiori da quasi venti anni e la questione del voto mi sembra proprio l'utima cosa di cui preoccuparsi.
dire poi che dando i numeri, facendo media si arggiunge finalmente la dignitò d'insegnanti... bah, mi sembra che qualcuno dovrebbe rivedere i propri criteri di valutazione della realtà, invece che quelli per giudicare gli allievi.

Monika ha detto...

Per Christian: ma va? Vedi un po' come è picolo il mondo! Trovo interessanti gli spunti offerti, ma spesso le unità di apprendimento mi sembrano pensate per classi troppo brave... mi sembrano tutte per i Licei! Magari sono io che non me ne intendo!
Monica

Monika ha detto...

Ciao Gianni, grazie per essere passato di qui e aver lasciato il tuo commento: la tua grande esperienza nella scuola ci può essere di aiuto, senza dubbio. Sicuramente la valutazione non è tutto e non è fondamentale, ma credo che sarai d'accordo sul fatto che è uno strumento importante e la chiarezza aiuta a lavorare meglio! I tanti alunni che ancora si avvalgono dell'Irc e il lavoro dei colleghi coi ragazzi testimonia più di mille "medie matematiche" la dignità e la professionalità della nostra disciplina. Penso, però, che stesso parametro nella valutazione non ci farebbe danno, anzi... A presto (spero) sul blog...
Monica