venerdì 29 agosto 2008

La Bibbia giorno e notte


Ciao a tutti!
Ho ricevuto via mail dal prof. Pasquale Troìa la segnalazione di un interessante evento legato alla Bibbia: trovate qui il sito ufficiale. Si tratta di un'iniziativa che si è già svolta in altre città (ad esempio Mantova) nella quale numerosi lettori volontari si alternano per proclamare a voce alta tutti i brani della Bibbia. Dal sito è possibile prenotarsi come lettore, anche se va tenuto conto che la manifestazione si svolge a Roma, nella Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme. L'idea è comuque interessante: forse potremmo pensare di organizzare anche noi un evento che valorizzi l'importanza della Sacra Scrittura sia per i cristiani che non! Magari potremmo sfruttare come scenario uno degli splendidi Sacri Monti del nostro territorio... dalla Bibbia raffigurata alla Bibbia proclamata! Cosa ne dite?
Nel frattempo potremmo semplicemente parlarne a scuola, per ribadire la centralità religiosa e culturale del grande codice Bibbia! La Rai ne trasmetterà l'inizio e la fine su RaiUno e tutta la lettura su Rai Edu 2.
Monica

p.s. Qui trovate qualche notizia sul prof. Pasquale Troìa. Il nome certo non vi sarà nuovo, molti di noi hanno avuto tra le mani suoi libri di testo per l'IRC e poi si è fatto promotore di un'innovativa iniziativa sulla Bibbia a scuola, chiamata Bibbia Educational.

giovedì 28 agosto 2008

A Mantova Matilde in mostra!

Ciao a tutti,
trovo su Avvenire di oggi la segnalazione di un evento decisamente interessante: partirà domenica 31 agosto una rassegna culturale dedicata alla figura di Matilde di Canossa, protagonista della storia italiana e della Chiesa nello scontro medievale tra il Papato e gli Imperatori. A Mantova e dintorni sono organizzate tre mostre:
1. nella Casa del Mantegna quella dedicata alla celebre dama
2. nel Museo diocesano un'esposizione di Alnselmo di Lucca, patrono della città
3. nell'Abbazia di Polirone a Benedetto Po sarà possibile visitare luoghi significativi della vita e dell'azione della donna che con le sue decisioni contribuì allo sviluppo della geografia politica della nostra penisola e non solo.
Dal sito ufficiale della manifestazione è possibile anche scaricare un pdf con le proposte didattiche per chi volesse organizzare con la scuola una bella gita!
Monica

martedì 19 agosto 2008

Corso di aggiornamento Irc nella scuola dell'infanzia e primaria: II modulo

Inizia il prossimo 18 settembre, alla sede Elledici di Cascine Vica-Rivoli, il 2° modulo del corso "Irc nella scuola dell'infanzia e primaria" in vista del rinnovo dell'idoneità.
N.B.Possono partecipare solo coloro che hanno già preso parte al 1° modulo.
Iscrizioni: Ufficio diocesano Scuola, via Valdellatorre 3 - 10149 Torino - Tel. 011 51 56 452 ore ufficio - Fax 011 51 56 455

http://www.elledici.org/scuola/formazione/dwl/2008/Irc%20scuola%20infanzia%20e%20primaria%20II%20modulo.pdf

Riccardo

Questioni giuridiche a Sergio Cicatelli

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008.

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20esperto.pdf

Riccardo

Lo scaffale dell'insegnante

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008. "Ma chi sei tu, di tutto mediatrice?" Aldo Nove canta (e prega) il mistero di Maria - La scuola attraverso gli occhi di un somaro: "Diario di scuola" di Daniel Pennac - Le risposte della filosofia alle domande dei ragazzi: "Adolescenti e filosofi" di Loris Taufer

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20scaffale.pdf

Riccardo

Ravenna: i mosaici del paradiso

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008. Nell'intervista con mons. Timothy Verdon, la proposta di un breve itinerario per esplorare con un taglio inconsueto alcuni dei celebri mosaici del V e VI secolo.

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20ravenna.pdf

Riccardo

Insegnare con e nella relazione

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008. La scuola, un sistema animato da relazioni, da processi "circolari" e da complesse dinamiche di comunicazione, è sempre più aperta verso l'esterno, ma oggi si trova a lottare contro un abbandono operante a più livelli. Così richiede quella "cura" "che non è solo conservativa, ma anche innovativa", perché è "frutto di un'elaborazione dell'esperienza passata e di attenzione verso un futuro dal cuore antico".

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20insegnare.pdf

Riccardo

Scienza e fede: contrasto?

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008. Oggi il dibattito tra fede e scienza è particolarmente vivace, ma non è una novità, perché attraversa l'intera la fase moderna dello sviluppo del mondo occidentale, da Galileo in poi, mentre nei termini di "fede e ragione" è ancora più antico.

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20scienza.pdf

Riccardo

Fede laica e ragione aperta

Dalla rivista Insegnare religione di maggio-agosto 2008.Che cosa significa oggi insegnare religione? L'Irc è un residuo di uno Stato confessionale, oppure può dare un valido contributo alla scuola italiana? Qualche spunto di riflessione a partire dalla questione della laicità e da una domanda: il docente di Irc nel suo lavoro può mantenere uno stile intellettuale laico?

http://www.elledici.org/periodici/testi/inre/5%20fede.pdf

Riccardo

Irc 2007-2008: on line i dati del nuovo Annuario

Sono il 91,1% gli allievi delle scuole statali italiane che nell'a.s. 2007-2008 hanno scelto di avvalersi dell'opportunità dell'Irc. Pubblichiamo nell'Area riservata agli abbonati di Insegnare religione (sezione "Irc una disciplina") il nuovo Annuario 2008 realizzato dal Servizio nazionale Irc della Cei in collaborazione con l'Osservatorio religioso del Triveneto.annuario irc 2007-2008 avvalentisi e non.

http://www.elledici.org/scuola/ew_allegati/IRC_2008.pdf

Riccardo

Programmazione Scuola Primaria 08-09

Al seguente link è presente il Piano di lavoro per l'anno scolastico 2008-2009 e la programmazione 2008-2009 della rivista Ora di Religione.

http://www.elledici.org/scuola/primaria/piano_lavoro.php

Riccardo

Cristianesimo ed immagini

Uno dei punti di forza della diffusione del Cristianesimo è stato quello di portare idee e credenze nuove cercando di usare, per trasmetterle, simboli, miti, credenze, cerimonie, liturgie che erano già ben radicati nel mondo mediterraneo. Insomma, il cristianesimo ha cercato di innestarsi su quel complesso di forme culturali che oggi, con espressione moderna, chiamiamo “immaginario collettivo”. Dentro queste forme antiche ha immesso i propri contenuti nuovi. Abbiamo visto qualcosa di simile quando abbiamo introdotto il concetto di inculturazione. Ma, in realtà, la prima vera inculturazione compiuta dal Cristianesimo non è stata quella verso le culture extraeuropee, bensì quella strategia elaborata per convertire i popoli del paganesimo antico dell’area mediterranea. L’immaginario collettivo dell’antichità mediterranea era naturalmente fatto anche di immagini, di figure. La neonata Chiesa si è trovata a dover fare i conti quindi anche con la persistenza di immagini antiche. E lo ha fatto seguendo degli atteggiamenti contraddittori: da un lato una sorta di timore delle immagini; dall’altro la comprensione della loro importanza per diffondere la nuova fede. Anche questo doppio atteggiamento ha radici antiche, e dobbiamo fare un passo indietro per spiegarlo.

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=37

Riccardo

Atlante della Bibbia e delle religioni

Segnalo uno studio tanto sintetico, quanto approfondito sulla Bibbia e sulle principali religioni non cristiane. Per visualizzarne il contenuto, occorre sfogliarlo proprio come se ne disponessimo il formato cartaceo: portare il cursore in uno degli angoli della pagina destra e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascinarlo verso sinistra

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=69

Riccardo

Manipolazioni genetiche

Un tema di grande attualità che invita tutti a riflettere, credenti e no: nella scheda, gli elementi necessari per inquadrare il problema, la posizione assunta dalle principali religioni e dal cristianesimo in particolare (perché il suo apporto è stato cruciale per il formarsi della nostra prospettiva sulle più scottanti questioni morali), una serie di attività che stimolano la riflessione e il confronto. E' solo un esempio di come questo testo tratta problemi etici che interpellano la nostra coscienza e che offre tutti gli strumenti per aiutare l'insegnante a far maturare nei suoi studenti il senso di responsabilità e la consapevolezza del bene e del male

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=59

Riccardo

Le religioni e il tempo: la ricerca delle origini e l'attesa del futuro

Il tema dell'aldilà: uno dei più sentiti dall'uomo fin dalle sue origini, per alcuni una speranza, per altri una certezza; per tutti, comunque, uno degli argomenti centrali su cui si è soffermato il pensiero religioso di tutti i popoli. In queste pagine alcuni esempi di come l'immaginario umano vi si è accostato nel corso del tempo.

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=58

Riccardo

Percorso iconografico su Maria

Della figura di Maria si sono impadronite nei secoli l'agiografia e la devozione popolare. Al centro di controversie teologiche, al pari della persona di Gesù, fin dalle origini del cristianesimo, la Madonna è stata variamente interpretata dall'arte che ha letto e messo in risalto via via alcuni aspetti della sua persona umana e divina.

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=60

Riccardo

lunedì 18 agosto 2008

Percorso iconografico su Gesù

Così come i racconti evangelici parlano di un Cristo che insegna, accompagna come un pastore, regna come un re, allo stesso modo l’arte lo rappresenta come pastore, re, maestro e così via… Sono le immagini dell’agire di Cristo, che l’arte ha raccontato con alcuni elementi fissi, che cercheremo di mettere in rilievo perché possiamo riconoscerli, ogni volta che li incontriamo nei luoghi sacri cristiani.

http://www.seieditrice.com/lavoroONLine/lavoroONLine.aspx?IDGruppo=70

Riccardo

Calendario scolastico 2008-2009

Il MIUR ha pubblicato l'ordinanza ministeriale n. 67 del 28 luglio 2008 relativa al Calendario scolastico 2008/2009

http://www.snadir.it/Documents/OM67_280708_calendario_scolastico_nazionale_e_regionale_200809.pdf

Riccardo

Intesa tra Snadir ed Università Tor Vergata

Vi segnalo inoltre che è ancora valida l'intesa tra lo S.N.A.D.I.R. (Sindacato nazionale autonomo degli insegnanti di religione) e l'Università Tor Vergata di Roma: con il titolo di Magistero in Scienze Religiose è possibile iscriversi al secondo o al terzo anno del corso di laurea triennale in filosofia.

http://www.snadir.it/viewDocument.aspx?id=2772

Riccardo

Corsi universitari

Vi segnalo la pagina dell'A.N.I.R. (Associazione Nazionlae degli Insegnanti di Religione), che riporta alcuni corsi di laurea e di perfezionamento attinenti alla religione cattolica. Per ulteriori dettagli e, soprattutto, per gli ultimi aggiornamenti, si suggerisce di visitare il sito dell'università indicata
http://www.anir.it/mondo/mondo5.htm
Riccardo

Cattedra del dialogo

La Cattedra del Dialogo è un luogo di ascolto reciproco, di confronto improntato all'accoglienza benevola, alla chiarezza motivata, indirizzato alla ricerca lieta del vero, del bene, del bello e del gioioso.

La Cattedra del Dialogo mette a confronto figure della cultura religiosa e laica, che si interrogano su Gesù di Nazaret, partendo dalle tracce di Lui nel cinema, nella letteratura, nei vangeli, nelle tre grandi religioni del Libro...
Il tema scelto per il suo primo anno (settembre 2008 - marzo 2009) è:

"Sotto i riflettori. Gesù chi sei?"

Gli incontri si terranno il secondo venerdì del mese, alle ore 21, presso il Centro Incontri Regione Piemonte (Corso Stati Uniti 23 - Torino).

La Cattedra del Dialogo è promossa dalla Conferenza Episcopale Piemontese - Pastorale delle comunicazioni sociali in collaborazione con la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale - (Sez. di Torino), con la Facoltà Teologica Salesiana di Torino, l'Ufficio per la Cultura della diocesi torinese e con il Servizio nazionale per il progetto culturale.

Per maggiori dettagli:

tel. 011/5623423 - 335/6697229
cattedradeldialogo@agdonline.it

http://www.cci.progettoculturale.it/pls/cci_new_v3/consultazione.mostra_pagina?id_pagina=4563

Riccardo

Annuario dell'ecumenismo

Sarà presto a nostra disposizione l'Annuario dell'Ecumenismo in Italia. Il documento è stato realizzazione dal CEDOMEI di Livorno sotto il patrocinio dell'Ufficio Nazionale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso.

http://www.chiesacattolica.it/cci_new_v3/s2magazine/index1.jsp?idPagina=4062

Riccardo

Riflessioni sulle indicazioni per il curricolo

Per incominciare, vi propongo, dal sito per l'IRC della Diocesi di Roma, approfondite riflessioni psicopedagogiche sulle Indicazioni per il curricolo e lo spazio in esse riservato all’IRC, a cura di C. Carnevale

http://www.vicariatusurbis.org/scuola/didattica/CARNEVALE%20-%20Le%20Indicazioni%20e%20l%27orizzonte%20educativo.pdf

domenica 3 agosto 2008

Guardando al nuovo anno

Ciao a tutti anche da me!

Troppo buona la mia co-autrice: chi ci conosce entrambi sa bene che io posso giusto esserne un’ombra…

Ha detto bene Monica: vorremmo offrire ai nostri colleghi IdR un’occasione per condividere informazioni e materiali utili all’insegnamento della religione, nonché per alimentare dibattiti su questioni specifiche che ci stanno a cuore. A tal scopo, vorrei suggerirvi la lettura della Circolare del Servizio nazionale dell’insegnamento della religione cattolica dello scorso 23 luglio, che offre un bilancio dell’a.s. 2007/2008 e delinea alcune prospettive per quello successivo. Sarebbe indirizzato ai soli responsabili diocesani, ma ritengo che i suoi contenuti siano importanti per tutti noi. Oltre ad informazioni di carattere “burocratico” (percentuali degli avvalentesi, criteri per le nomine dei docenti, IR in Europa…), vengono avanzate alcune proposte concrete a partire da importanti criteri orientativi. Dal momento che “evidenziare al meglio lo spessore culturale dell’IRC significa sostenere la riflessione scolastica sulla dimensione religiosa dell’essere umano e muoversi in un orizzonte educativo a cui tutti devono far riferimento, giacché lo studente è persona, inserita sì in diversi contesti educativi, ma sempre come soggetto unico”, si auspica “una maggiore sinergia tra Servizio diocesano per l’IRC ed FT e/o ISSR presenti su territorio”. Inoltre “Il Servizio nazionale per l’IRC, nell’ambito dell’iniziativa circa gli IdR prevista in occasione dell’Anno Paolino, in collaborazione con il Servizio nazionale per il Progetto Culturale, sta predisponendo l’organizzazione di un 2° Meeting per gli insegnanti di religione cattolica (fine aprile – metà maggio 2009). L’obiettivo è quello porre al centro dell’attenzione la questione educativa, considerata ormai una priorità dai Vescovi italiani e comunemente avvertita con carattere d’urgenza anche nel contesto socio-culturale. L’intento è quello di favorire una larga partecipazione che consenta di rafforzare l’identità e rilanciare la motivazione degli IdR. Essi, infatti, hanno nella Chiesa Cattolica non solo il nucleo fondante del loro essere e del loro ruolo, ma anche la spinta feconda all’esercizio competente della loro professione come servizio educativo e formativo nella Scuola italiana.

Per il testo integrale rimando al sito:

http://www.chiesacattolica.it/cci_new_v3/allegati/4595/Circolare%20Luglio%2023-07-08.pdf

Riccardo

sabato 2 agosto 2008

Si parte!

Ciao a tutti!
Questo è il primo post ufficiale sul blog che, su idea e con l'aiuto del mitico Riccardo, vorremmo dedicare al nostro lavoro: insegnare religione nelle scuole.
Ora siamo in vacanza, le scuole sono chiuse, le classi (finalmente) silenziose... ed è proprio in questi giorni di relax che abbiamo pensato di far partire questa iniziativa! Vorremmo che questo diventasse un luogo di formazione e di condivisione, non perché ne sappiamo più di altri, anzi, ma perchè crediamo nel nostro lavoro e ci piace farlo con passione!
Aspettiamo da tutti, Idr e non, consigli, commenti, segnalazioni e critiche per offrire a noi e agli altri colleghi strumenti utili per rendere sempre più interessante l'ora di religione!
A presto
Monica