domenica 30 novembre 2008

I nostri post - Novembre 2008


Fine del mese... ecco un riassunto ragionato dei nostri post del mese di Novembre 2008.
Abbiamo presentato due nuovi blog:
- dal curatissimo sito di Qumran.net
- del nostro carissimo amico e collega Caro Teofilo.
La formazione professionale ha monopolizzato la nostra attenzione:
- per presentarvi due corsi di aggiornamento in Toscana, insieme al nostro imminente IrCamp;
- per parlarvi della giornata di formazione per IdR novaresi: qui la presentazione, qui e qui il riassunto dell'esperienza.
Dal vasto mondo di internet vi abbiamo selezionato:
- un sito per la consultazione del testo della Bibbia e di altre opere interessanti sia religiose sia della tradizione letteraria in genere;
- alcuni motori di ricerca specifici per lavorare coi ragazzi a scuola e non solo;
- una riflessione sul dilagante fenomeno di Facebook, legato all'evangelizzazione
- un'anteprima assoluta: sito e programma della nuova serie televisa Saul 2000.
Nel versante più strettamente didattico vi abbiamo offerto:
- alcuni spunti per riflettere sul rapporto tra fede e scienza;
- suggerimenti per un'unità di apprendimento sull'amicizia
- materiali per ragionare sulla valutazione dell'Irc in seguito alla riforma Gelmini.

E per finire, un video spiritoso sulle fatiche del lavoro... ve lo siete perso? Eccola qua!

Monica & Riccardo

sabato 29 novembre 2008

corso Idr Novara - 2: "con la Bibbia in mano!"


Riprendo la comunicazione dei contenuti dell'ultimo incontro di formazione degli Idr della diocesi di Novara. In un precedente post avevo già riassunto i contenuti della mattinata; veniamo ora alla sessione pomeridiana, che è stata caratterizzata dagli interventi di alcuni docenti e poi dalla conclusione e messaggio del nostro Vescovo, mons. Renato Corti:
1. il primo intervento è toccato a me: riassunto della mattinata (ve lo risparmio qui, avendo già scritto il post di cui sopra!)
2. il prof. Cavallo ha poi commentato alcuni dati interessanti sulla frequenza degli studenti all'Irc nel territorio dicoesano e la composizione dei docenti. Il collega ha accettato di condivedere il file, che trovate perciò qui sotto.
3. Gli interventi dei proff Borrella e Zanardi a proposito dell'ultima lettera pastorale hanno cercato di attualizzarne il testo in riferimento al dialogo con le famiglie e al tema della cittadinanza; circa quest'ultimo in particolare, sono state suggerite tre piste di lavoro o "solchi in cui seminare":
a) inserire il tema della cittadinanza nelle nostra programmazione, tra i contenuti che scegliamo. Con quale metodo? Aiutare i ragazzi a comprendere qual è il messaggio del Vangelo su queste sfide etiche, sociali, economiche, politiche...
b) nelle proposte di dialogo con le altre materie, promuovendo e collaborando a progetti interdisciplinari, in modo che il tema possa essere approfondito sotto più punti di vista;
c) nell nostro modo di essere prof: "esserci nella scuola, col cuore e con la testa... perché i ragazzi vedono se un insegnante c'è", al di là (ma senza prescindere da) degli eventuali incarichi istituzionali e funzioni strumentali.
Infine le parole del Vescovo hanno suggellato la giornata: cerco di farne un breve riassunto, consapevole dei limiti del mio scritto rispetto all'originale.
Mons. Corti ha in primo luogo voluto ringraziare i presenti:
"insegnare oggi è molto impegnativo; per gli insegnanti di religione poi è come essere sempre in frontiera!"
Ha poi continuato, rivolgendo la sua attenzione ai ragazzi per i quali ci ha invitato a curare in modo speciale la formazione alla vita affettiva e alla capacità di avere relazioni positive e costruttive:
"educare alla relazionalità è una scelta urgente, se vogliamo favorire il futuro della società! L'educazione deve abilitare a riconoscere se stessi come persone, individui arricchiti dalla relazionalità e capaci di donare se stessi in essa".
Quindi la riflessione per gli educatori (cioè genitori ed insegnanti) che devono cercare di essere sempre più "adulti significativi" per i giovani:
"educare è un compito che ti riguarda, non meno di quanto riguardi colui a cui insegni!"
Il Vescovo ha poi sollecitato gli insegnanti a creare sinergie e alleanze,
- innanzitutto con i genitori dei ragazzi perché non si può lavorare da soli, ma inseguire il motto "Mai senza la famiglia!";
- poi con le altre discipline, ribadendo che l'interdisciplinarietà deve diventare una "scelta pregiudiziale per gli IdR":
"voi con la Bibbia in mano potete leggere cose meravigliose, pagine 'pazzesche' che hanno segnato la storia dell'umanità! E' un libro talmente fondamentale per la cultura occidentale che se uno non lo conosce, su cosa pensa di poggiare la sua storia e la sua vita?"
Infine ci ha ricordato di non perdere mai di vista la natura specifica dell'IRC, lavorando coi ragazzi sulle cose che toccano nel profondo l'esistenza umana e dando sempre un forte valore culturale a ciò che facciamo a scuola:
"siete chiamati a fare cultura... senza mettere da parte l'essere credenti, ma esprimendolo culturalmente... soprattutto in difesa dell'antropologia cristiana e contro l'ignoranza delle Scritture!"
Ancora una volta, grazie Padre!
Monica

p.s. A proposito della Lettera Pastorale (qui e qui indicazioni bibliografiche più precise) : vi segnalo che dal sito della Diocesi è possibile scaricarne il testo in formato Microsoft Word.

Avvelentesi Religione - diocesi di Novara

domenica 23 novembre 2008

Anteprima sui video di Saul 2000


Comiciamo a conoscere qualcosa in più di alcuni nuovi strumenti tecnologici al servizio dell'educazione e, perciò, anche dell'Irc. Terrò come mappa di riferimento le segnalazioni del dott. Grassi nell'ultimo incontro di formazione Idr Novaresi. Nell'immagine qui a lato ho evidenziato la prima risorsa di cui vorrei parlarvi: il progetto Saul 2000.
Si tratta di notizie in anteprima! Dalla mailing list de La Nuova Regaldi, ho saputo che la conferenza stampa con la presentazione del percorso è fissata per mercoledì prossimo, ma il sito è già attivo e ricco di informazioni. Il progetto prevede la realizzazione, trasmissione e distribuzione di 12 video sulla figura, gli insegnamenti e l'attualità di San Paolo che, come si dice nella presentazione, sono prodotti culturali di alto livello:
Ogni puntata presenta una tematica del pensiero di san Paolo (richiamata dal titolo della puntata, che cita una frase tratta dai suoi scritti), coniugata con una provocazione relativa a una tematica di attualità (richiamata nel sottotitolo della puntata). I temi sono affrontati in stile di inchiesta, con un servizio di apertura che espone i temi affrontati nella puntata, evidenziandone i nodi problematici. La loro soluzione è affidata al conduttore, che, avvalendosi di contributi documentari e di interviste a esperti, sviluppa gli argomenti giungendo a rispondere agli interrogativi aperti.
Nel sito è possibile navigare nell'interessante sezione Per saperne di più, che racchiude e promette documenti, approfondimenti, video e conferenze curati e da non perdere. Ecco che subito sono partite le iniziative attorno a questo progetto in Diocesi di Novara, come ad esempio sabato 29 novembre a Varallo Sesia. Per chi vuole gustarsi in anteprima la seconda puntata eccovi il video che ho trovato qui.
Buona visione!

Monica

venerdì 21 novembre 2008

corso Idr Novara - 1


Oggi è stata davvero una bella giornata! Il corso di aggiornamento a cui ho partecipato è stata una di quelle preziose occasioni in cui sei certa di aver ricevuto un dono! Come detto nel post di ieri, la giornata è stata suddivisa in due parti: in mattinata la presentazione del sociologo Riccardo Grassi e nel pomeriggio l'incontro col Vescovo mons. Corti.
Comincio a condividere con voi gli spunti della prima parte. Il dott. Grassi ci ha gentilmente lasciato il file della presentazione che potete vedere e scaricare qui sotto.
Il nostro relatore ci ha accompagnato in un interessante percorso di scoperta e di analisi della comunicazione nella società postmoderna: l'era della complessità!
Ci ha fatto capire quanto tutto questo concorra in modo incredibile alla costruzione dell'identità, soprattutto per quanto riguarda i nostri ragazzi. Nella presentazione trovate gli studiosi a cui ha fatto riferimento, spiegando il dilatarsi della fase di esplorazione dei modelli con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Poi nella seconda parte della relazione, si è concentrato sulle dinamiche della comunicazione nell'oggi: facendo scorrere le slides, ritroverete le caratteristiche della comunicazione di sempre e nello specifico come funziona oggi. Interessante la penultima slide nella quale il dott. Grassi ha raccolto alcuni strumenti comunicativi delle nuove tecnologie e ci ha interrogati:
"un buon insegnante non può non conoscere questi strumenti... e voi come siete messi? Arrivate al 6?"
Poi la domanda cruciale: tutto questo cosa c'entra con l'Irc? Provate a dare un'occhiata ai suggerimenti offerti nella slide n° 10: ne abbiamo di strada da fare!
Prossimamente proverò a riassumervi gli interventi del pomeriggio.
Monica

giovedì 20 novembre 2008

Aggiornamento - Diocesi di Novara


Ciao,
domani per noi insegnanti di religione della Diocesi di Novara è stata organizzata una giornata di formazione intensa; ci ritroveremo ad Arona, sul Lago Maggiore, proprio ai piedi del Colosso di San Carlo (se volete saperne di più leggete questo post) e passaremo insieme tutto il giorno: al mattino rifletteremo e lavoremo in gruppo su "Giovani e comunicazione", ci guiderà il dott. Riccardo Grassi, giovane e preparato sociologo, che è intervenuto recentemente su questo tema nella rivista Insegnare Religione;
"Tvukdb!" Adolescenti e comunicazione
I giovani e i giovanissimi delle nostre scuole, associazioni e parrocchie sono soggetti fortemente "comunicativi". E per quanto i linguaggi di sms e blog possano apparire poveri dal punto di vista lessicale, l'ibridazione tra le forme espressive ha bisogno di notevoli competenze.
Qui potete leggere un articolo di Riccardo Grassi sul tema della Povertà a scuola per conoscere meglio il nostro relatore mattutino.
Nel pomeriggio sarà il nostro Vescovo, mons. Renato Corti, ad ascoltare gli interventi degli insegnanti e a darci suggerimenti e consigli per svolgere al meglio la nostra missione nella scuola.
Vi riporteremo gli esiti dell'incontro.
E voi a quali incontri di formazione avete o state partecipando? Segnalateci le vostre esperienze via mail, potremmo condividerne i frutti!
Monica & Riccardo

p.s. E non dimenticate che le iscrizioni per l'IrCamp del prossimo dicembre sono ancora aperte...

lunedì 17 novembre 2008

voto o giudizio: questo è il problema!


La mail di una collega (Lucia) alla mailing list degli insegnanti di religione mi ha fatto riflettere sul problema della valutazione per l'Irc. Da sempre la questione presenta luci ed ombre, ma il recente Decreto Gelmini che ha introdotto i decimali anche alla Primaria e Secondaria di 1° grado, ha fatto riaffiorare dubbi e speranze... Sappiamo bene che Religione cattolica è una disciplina regolata dal Concordato, perciò eventuali modifiche devono essere approvate dalla Cei, ma certamente la situazione rischia di emarginare ancor di più la nostra materia, almeno in quegli ordini di scuola in cui era valutata con gli stessi giudizi degli altri...
Voi cosa ne pensate?
Un altro collega, Michele, ha segnalato la risposta pubblicata sull'ultimo numero di Insegnare Religione, la rivista della Elledici per la Secondaria: qui trovate il pdf dell'interessante articolo di Sergio Cicatelli.
Ne approfitto per segnalare che il sito della Elledici offre una ricca sezione dedicata alla Scuola con la proposta mensile di unità didattiche da approfondire.
Chi fosse interessato ad iscriversi alla mailing list nazionale degli insegnanti di religione, può contattare il moderatore: tutor[at]consonni.info
Monica

sabato 15 novembre 2008

Karl Marx: che barba!

E' notizia di oggi che Karl Marx ha una barba più votata di Gesù: una classifica pubblicata sul sito del quotidiano britannico Times la elegge "barba più famosa della storia". Il sondaggio si è svolto in occasione dei preparativi per l'anno darwiniano che inizia proprio nel 2009 in concomitanza con l'esposizione della barba di Charles Darwin a una mostra al National History Museum di Londra, in celebrazione del bicentenario della nascita dello scienziato. Visto che nel prossimo anno si parlerà di Darwin e delle sue teorie, diventerà per noi insegnanti di religione una feconda occasione per introdurre e approfondire il rapporto tra scienza e fede e le grandi questioni bibliche e teologiche relative alla creazione del mondo.
Spunti e suggerimenti ci possono venire dal blog del Progetto culturale della Chiesa Italiana, sul quale ho trovato i seguenti articoli:
1. evoluzione e creazione non si escludono
2. ma evitiamo steccati tra Darwin e Dio
3. scienza e fede armonia possibile, con la presentazione di un interessante libro
Tornando al concorso sulle barbe, è utile ricordare che non abbiamo idea dell'aspetto fisico di Gesù, dato che le fonti su di lui (canoniche e non) non ne fanno cenno, ma che ne conserviamo l'immagine in memoria grazie allo sviluppo iconografico che racchiude volti del Nazareno nelle diverse epoche: qui un nostro precedente post su questo argomento.
Monica

p.s. date un'occhiata al sito del Museo della creazione...

venerdì 14 novembre 2008

per riflettere su amicizia e comunità

Visto questo post di Luca, mi sono ricordata di un'attività che ho fatto fare nelle classi seconde medie due anni fa: dopo aver presentato le origini della Chiesa e lo stile della comunità cristiana di Gerusalemme secondo il racconto degli Atti degli Apostoli, faccio una sorta di collegamento al presente per aiutare i ragazzi a confrontarsi sull'amicizia e sui loro rapporti coi coetanei:
1. inizio con un lavoro personale: chiedo ad ogni alunno di scrivere in due colonne quali sono gli atteggiamenti che alimentano l'amicizia e quelli che la rovinano; quindi segue il confronto in classe e il dibattito per stendere due elenchi condivisi dal gruppo.
2. vediamo insieme il film L'era glaciale 2, che rallegra per le sue simpatiche battute, ma mostra anche difficoltà e risorse di un gruppo di persone (animali, in questo caso, ma umanizzati!) che diventano poco per volta unite: obbligati a convivere dapprima, rafforzano il legame tra loro e da piccola comunità scelgono di diventare una famiglia.
3. Per facilitare la discussione e la riflessione personale assegno alcune domande di analisi del film che trovate qui sotto.
4. Cerco di far emergere dalla discussione la socializzazione della classe: si tratta di una comunità, dove spesso nascono tensioni e problemi, ma che offre legami seri e importanti per i nostri ragazzi.
5. Per concludere l'Unità di apprendimento propongo di guardare all'atteggiamento di Gesù verso i suoi amici: il suo rapporto coi discepoli e con i fratelli di Betania, Marta, Maria e Lazzaro.
Qui trovate alcuni suggerimenti, tra cui spunti per una simulazione coi ragazzi.
Analisi Eraglaciale2 Amicizia
Monica

lunedì 10 novembre 2008

Ricerca...to! Internet più sicura per i ragazzi


Una notizia ha attirato la mia attenzione questa mattina: eccola qui. Quindi... attivando la ricerca di Google con il nome "Cristo", possiamo andare incontro a spiacevoli e non certo educative soluzioni. Eppure, ci capiterà di far cercare agli alunni informazioni e risorse, anche su Gesù! Per ovviare a questi inconvenienti, possiamo ricorrere a motori di ricerca personalizzati per ragazzi o contenuti religiosi:
1. Ricerche maestre è stato pensato da un team di insegnanti per ragazzi, genitori ed educatori, soprattutto per la scuola primaria.
2. questo, preparato da Luca, è specifico per i siti di carattere religioso.
Entrambi creati grazie ad un'applicazione di Google che trovate qui.
3. KidSearch permette le richerche in italiano, francese e inglese
4. Ask Kids che è anche un ricco portale educativo con tante risorse; la Home page è una sorta di lavagna elettronica sulla quale disegnare scegliendo matita, biro e evidenziatore dall'astuccio sulla destra.
5. Quintura Kids che effettua e visualizza la ricerca con tags
6. Scandoo filtra i risultati secondo preferenze personali e fa attenzione a possibili spyware, adware, malware e virus
(segnalati qui, qui, qui e qui da Maestro Alberto)
7. il Nocchiero, specializzato in ambito ecologico
8. Baol, motore di ricerca italiano con interessanti categorie già presenti nella Home page
9. Girotondo che è un portale per bambini, oltre che un motore di ricerca
Oppure potete continuare la ricerca di siti più idonei ai nostri alunni grazie alle segnalazioni di questo sito.
E per finire un po' di allegria: da questo post si accede ad un simpatico sito in cui potete creare manifesti per ricercati... Se il Sinedrio avesse avuto queste tecnologie a disposizione al tempo di Gesù, probabilmente avrebbe tappezzato Gerusalemme!
Monica

domenica 9 novembre 2008

Predicatelo sui tetti o su... Facebook!


Si legge da più parti che in Italia sta spopolando il fenomeno Facebook, un social network in puro stile web2.0 per condividere, scambiare, connettere. Anche la Chiesa si sta affacciando con rapidità in questo settore: la notizia che il cardinal Sepe, arcivescovo di Napoli, si è iscritto e ha superato in poco tempo il numero massimo di amici è rimbalzata in vari siti e blog, soprattutto dopo che il porporato ha pubblicato un saluto ai suoi amici (tra cui ci sono anch'io...). Internet si conferma, dunque, come uno spazio (seppur virtuale) da abitare ed evangelizzare; stamattina su Avvenire ho letto un articolo su un corso anicec per animatori della cultura e della comunicazione, nel quale il giornalista riportava riflessioni su questo argomento:
"una nuova forma di socialità, un innegabile accorciamento dello spazio, un'inedita accelerazione della temporalità e un'insistente provocazione alla creatività dell'intelligenza. Sono i più evidenti prodotti sull'esperienza umana dalle nuove tecnologie..."
E mentre qualche perplessità sulle derive di questi mezzi rimane attuale, anche i giovani delle GMG si buttano su Facebook per ritrovarsi e ricaricarsi tra un incontro e l'altro: qui il sito delle Sentinelle del mattino, l'esperienza che lega chi fa evangelizzazione di strada, e la segnalazione da cui si accede alla pagina apposita di Facebook... ovviamente se si è iscritti!
Io ho ritrovato qualche ex alunno, con cui continuare a rimanere in contatto (oltre al blog), e conosciuto qualche collega, perciò quasi si può definire uno strumento di lavoro! Tra l'altro la Diocesi di Novara si sta rapidamente attivando per essere presente e attiva: molti sacerdoti e seminaristi stanno creando il loro profilo e il Centro Vocazioni ha una sua pagina. Così siamo pronti ad accogliere le parole del Papa per la Giornata delle comunicazioni sociali 2009: "Nuove tecnologie, nuove relazioni".
Il vangelo corre veloce per le vie telematiche!
Monica

sabato 8 novembre 2008

Biblioteca biblica digitale


Una risorsa importante per l'insegnamento e per la formazione personale è la Bibbia. Il sito del progetto Intratext Digital Library è una ricca biblioteca digitale di testi e ipertesti, presenti in rete e navigabili in varie lingue, che, come spiegato nella presentazione del progetto, offre prodotti editoriali ad alta accessibilità su internet e cd-rom basati sull'ipertesto lessicale IntraText, dove testo e concordanze sono collegati in un'interfaccia semplice ed efficace. Nella parte in lingua italiana ci sono molte opere di autori della letteratura del nostro paese, oltre a moltissime opere di carattere religioso; si possono consultare online ad esempio:
- La Sacra Bibbia e i Vangeli
- l'Imitazione di Cristo
- la Didaché
- le catechesi dei vescovi alla Gmg di Colonia 2005
Uno dei pregi del sito è quello di offrire raccolte di documenti appartenenti a diverse religioni:
1. cristiana, con la sezione biblica (testi canonici, apocrifi dell'Antico e del Nuovo Testamento), cattolica (diritto canonico, liturgia, catechismo, testi vari tra cui messaggi di Fatima e documenti Cei), l'Enchiridion Vaticanum, ortodossa ecc...
2. buddista
3. musulmana
4. hindu
Per capire meglio il funzionamento, si può leggere questa guida rapida in italiano con suggerimenti e indicazioni per fruirne al meglio.
Una ricca biblioteca a portata di mouse!
Monica

Un nuovo amico in rete.


Benvenuto nel web, caro Teofilo!
Christian, un collega di Torino da poco approdato al mondo dell'insegnamento della religione, ha subito scelto di condividere la sua esperienza e le sue conoscenze aprendo un blog. Vi invito a visitarlo: il neo nato sito è già ricco di spunti, riflessioni, suggerimenti e splendide presentazioni. Inoltre la barra laterale offre ogni giorno una citazione biblica, per non dimenticare di nutrire anche lo spirito.
La passione dichiarata di Christian per la figura e gli insegnamenti di Dossetti fa ben sperare: ci offrirà presto occasioni per pensare e formarci, anche alla luce dell'operato di questo grande testimone del nostro tempo.
Monica

martedì 4 novembre 2008

Se la formazione privilegia la Toscana...


In questi giorni ci sono giunte ben tre proposte formative tutte in terra toscana... le presentiamo con vero piacere, almeno gli amici di quelle parti potranno godere di queste occasioni:
1. Dal sito Snadir giunge la segnalazione della giornata di formazione sull'ora alternativa per il prossimo 27 novembre
2. E' un corso intensivo di ebraico sul codice deuteronomistico la proposta inviata dall'associazione Biblia, che da anni opera per la diffusione, la conoscenza e l'approfondimento del testo biblico e del mondo culturale che vi ruota attorno
3. Last but not the least, come amava dire la mitica prof di inglese di Monica al Liceo, non dimenticate il primo IrCamp su Insegnamento della religione e web 2.o di cui abbiamo già parlato in questo post: le iscrizioni sono ancora aperte, perciò potete ancora aggiungervi alla squadra di pionieri!
Monica e Riccardo

domenica 2 novembre 2008

Al lavoro! (humor)

Mia zia mi ha mandato questo video simpatico sulle fatiche del ritorno al lavoro dopo la beatitudine del fine settimana... che dite, vale anche per gli insegnanti di religione?
Monica

sabato 1 novembre 2008

Il blog di Qumran2.net


In questi giorni ho scoperto che il famoso sito di pastorale Quman2.net ha aperto un blog: guardate qui. Già il sito offre tantissime idee, suggerimenti, giochi, immagini, testi... per gli operatori pastorali; ora il blog permette di essere aggiornati e di contibuire con messaggi in questa pagina. Il lavoro di questo sito si basa sulla condivisione delle risorse: gli utenti possono scaricare e salvare i files e a loro volta inviare materiali utili per altri. Nei primi post del blog si trovano infatti indicazioni e consigli per inviare i nostri contributi.
Bella iniziativa!
Monica