sabato 14 febbraio 2009

La scuola cambia (2)


Lo scorso 29 dicembre avevo pubblicato un post che rimandava alla pagina del sito web del MIUR illustrativa delle principali novità del nostro sistema di istruzione che verranno attivate dal prossimo a.s. 2009/2010. Visitando nuovamente il sito del MIUR e consultando quello dell'Ufficio scolastico della Regione Piemonte ho trovato alcuni interessanti documenti.

Il primo testo a cui vi rimando mostra sinteticamente le caratteristiche del percorso Dalla scuola dell'infanzia all'obbligo d'istruzione, finalizzato all'integrazione dei saperi ed allo sviluppo delle competenze di base

Vi allego di seguito alcune presentazioni in power point.
La prima riguarda la Riorganizzazione della rete scolastica
Riorganizzazione Rete Scolastica MIUR 20 Gennaio 2009 Questa presentazione schematizza due documenti ministeriali: la Revisione dell'assetto ordinamentale, organizzativo e didattivo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione e le Norme per la riorganizzazione per la rete scolastica ed il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola.

Il primo effetto di questi due provvedimenti si avrà nel prossimo anno scolastico sulle scuole statali secondarie di secondo grado. I due testi seguenti mostrano per esteso ed in forma schematica le prossime riorganizzazioni in Piemonte.

La seconda presentazione in power point riguarda il Primo ciclo d'istruzione
primo_ciclo_MIUR_20_gennaio_2009
Le ultime due illustrano i nuovi assetti dei licei e degli istituti tecnici
Nuovi Licei Senzaorari Senzasintesi MIUR 20 Gennaio 2009 Corretto
Istituti Tecnici Conprofili Senzaorari1 MIUR 20 Gennaio 2009
Consapevole che la riforma in corso sta determonando qualche malumore, soprattutto fra i personali docente ed ATA, il MIUR ha messo on-line alcuni interessanti dati OCSE, sebbene aggornati al 2006, probabilmente con l'intento di dimostrare che ci stiamo adeguando agli statands europei.
Tre tabelle confrontano l'Italia con gli altri Paesi dell'Unione europea e con quelli OCSE extra-europei in merito al numero di studenti per classe, al numero di insegnanti per allievi ed alla spesa che ogni studente deve sostenere per far fronte alle esigenze scolastiche
Altre tre tabelle espongono il ruolo del maestro unico, l'assolvimento dell'obbligo scolastico ed i criteri di valutazione nei Paesi dell'Unione europea
Le ultime tabelle illustrano sistemi d'istruzione di Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Svezia
Riccardo

Nessun commento: