domenica 15 febbraio 2009

L'amore... tra stanze e labirinti

Ciao,
ieri era la festa di San Valentino... chissà quanto sospiri e quanto pensieri nei cuori e nelle menti dei nostri giovani studenti!
Proprio in questi giorni la mia collega di scienze Giovanna (della mitica sezione C) mi ha chiesto di intervenire in alcune sue ore di lezione per approfondire il tema dell'affettività coi nostri alunni delle terze, dato che lei ha appena finito di spiegare l'apparato riproduttivo. Mi sembra davvero una bella occasione!
Visto che per me è davvero uno strumento prezioso, vorrei condivivere con voi la segnalazione di un libretto che mi ha aiutato a pensare e organizzare gli interventi coi ragazzi sul tema dell'amore: si tratta del volumetto "Voglio imparare ad amare" di Gimmi Rizzi (qui trovate la segnalazione sul sito della LDC); l'autore attraverso disegni semplici e accattivanti, mostra le gioie e le difficoltà della scoperta dell'amore nella vita dei preadolescenti, immaginando il cammino di crescita come un labirinto con ostacoli e vicoli ciechi, ma con mete preziose poiché cercate con impegno e responsabilità.
In aggiunta a ciò, proprio stamattina ho visto in tv un intervento della prof.ssa Rosanna Virgili, stupenda e preparata biblista, che ha dato alle stampe recentemente un volume dal titolo: "Le stanze dell'amore. Amore, coppia, matrimonio nella Bibbia". Conoscendo la validità della prof.ssa Virgili credo che mi attiverò subito per trovarne una copia e gustarmi la riflessione e l'esegesi nella quale ci condurrà l'esperta mano dell'autrice! Secondo la presentazione dal sito dell'Unlibro si tratta di un volume che "che scorre liquido sui crinali della riflessione biblica ed esistenziale intorno al tema dell'amore. Il genere, per lo più narrativo, veicola una curiosità determinata a frugare nei territori remoti ed originari dell'esperienza amorosa. La sensazione che si prova e' quella di visitare le pagine bibliche come se fossero davvero delle "stanze" dove si specchiano e si incarnano le passioni degli amanti, di donne e uomini, di padri e di figli e perfino di Dio".
Per conoscere qualcosa in più della teologa, guardate l'intervista segnalata in questo post di Cerco il tuo volto.

Monica

p.s. Grazie ai tanti e validi contributi di Riccardo al blog, ho preferito rimandare il mio post su Scribus, previsto per ieri, che vi proporrò in settimana. A presto!

Nessun commento: