martedì 17 marzo 2009

Eli, avvocato e profeta?

"Non deve credere, Vostro Onore, ma creda alla mia fede!"
Eli Stone

Ciao,
sto guardando la prima puntata della seconda stagione di Eli Stone in onda su Fox nei canali Sky. Avevo seguito la prima serie incuriosita dalla figura del protagonista e del suo cammino spirituale: Eli, giovane e rampante avvocato, scopre di avere una coscienza e iniziare a prendere a cuore le cause dei clienti non per i soldi e la fama, ma per aiutare davvero le persone (non i clienti) che incontra sulla sua strada.
E qual è la causa di tutto?
Eli ha delle visioni (più che altro sono musical...) che sembrano indirizzarlo per la via giusta. Ecco che l'avvocato si scopre profeta nella New York del 21° secolo!
Combattuto tra i suggerimenti di un guru e i consigli medici del fratello dottore, che attribuisce questo suo "problema" ad un aneurisma nel cervello, Eli cerca di trovare spazio nella sua vita per la presenza di Dio...
Proprio un attimo fa, Eli è tornato al lavoro... La "psicologa" (interpretata dall'affascinate Sigourney Weaver), che gli consegna la ritrovata (ma forse non così vera...) abilitazione dopo l'operazione al cervello, lo congeda con un'interessante considerazione che più o meno suona così: "Non troverai in quel foglio il vuoto che senti... è la presenza divina nella tua vita, è la grazia che ti manca davvero...."
Interessante... non trovate?
Vedremo come procede il telefilm.
Qui trovate il sito italiano dei fan e qui sotto potete gustarvi qualche scena da un episodio della prima stagione con l'incontro di Eli con un drago...
Monica



P.s. Per i più attenti ai dettagli: il protagonista si chiama Eli, il nome del fratello è Natan... non vi suonano profeticamente famigliari??

Nessun commento: