lunedì 20 aprile 2009

Maestro unico e specialista di religione: che confusione!

Ciao,
una delle conseguenze della Riforma Gelmini sembra riguardare "indirettamente" gli insegnanti specialisti di religione, che verrebbero "tagliati fuori" dalle cattedre, qualora gli insegnanti di classe decidessero (forse più per paura di essere assegnati a più sezioni che per reale desiderio di insegnamento...) di volersi occupare delle ore di religione cattolica alla Primaria e all'Infanzia. Nei corsi di aggiornamento a cui ho partecipato in questo periodo ho sentito circolare questa convinzione... Ma è veramente così?
Ho trovato sul Portale Irc della diocesi di Reggio Emilia-Guastalla una lettera del Responsabile diocesano per aiutare i Dirigenti Scolastici a far luce sull'intera faccenda... La trovo davvero utile! Sia per il bene dei lavoratori coinvolti sia per gli alunni sia per la disciplina.
Leggete, diffondete e commentate... se vi va!
Monica

2 commenti:

Rocco ha detto...

Vi trasmetto quanto noi della provincia di Foggia siamo riusciti ad ottenere dal Dirigente dell'USP.
La circolare è pubblicata su:
http://jonas-cercatoridisenso.blogspot.com/
Ciao, Rocco.

Monika ha detto...

Ciao Rocco!
Grazie della tua segnalazione!
Arricchisce di elementi la discussione attorno a questo argomento.
Mi permetto di inserire qui il link diretto al post di cui parli nel tuo blog... Eccolo:
http://jonas-cercatoridisenso.blogspot.com/2009/04/insegnamento-della-religione-cattolica.html#links
a presto!
Monica