lunedì 4 maggio 2009

I giardini del re Davide o le case dei palestinesi?

Già,
pare che il governo israeliano abbia pochi dubbi al riguardo: la priorità va data alla ricerca dei luoghi santi... delle tracce della storia della Terra Promessa... non importa se ciò comporta la distruzione di circa 80 abitazioni di famiglie palestine... Va beh, tanto le case sono "abusive"! :-((
Non voglio certo togliere merito alle ricerche attorno alla Città di Davide, però ci sarà pure un limite...
Scusate il commento\sfogo!
Ma non ho potuto trattenermi quando ho finito di leggere questo articolo dal sito Terrasanta.net, dove potete trovare i dettagli di questa faccenda. Io tendo a difendere sempre Israele, mi interessano le scoperte archeologiche, ma non se questo calpesta i diritti dell'uomo!
Liberi ovviamente di pensarla diversamente da me... speriamo che l'imminente visita del Papa in queste terre smuova qualche coscienza!
Monica

p.s. Questa volta ho rubato il lavoro a Teofilo! Tranquillo, caro Christian, il ruolo di profeta delle ingiustizie viene sempre meglio a te! :-)

Nessun commento: