domenica 4 ottobre 2009

Il grande social network che è la Chiesa

Ciao a tutti,
finalmente trovo un po' di tempo per scrivere di nuovo. Avevo lasciato in sospeso l'attività di inizio anno con le classi terze (dopo la presentazione delle mie idee per le prime e le seconde) che ora vado a condividere con voi.
Ho deciso di cambiare l'argomento di inizio anno: negli ultimi tre, mi sono sempre occupata di Maria, tra santuari, Vangeli canonici ed apocrifi, opere d'arte e citazioni nella letteratura. Con i ragazzi delle mie terze attuali ho pensato di parlare un po' della Chiesa. Non sempre affronto l'argomento di storia delle Chiesa che di solito occupa buona parte dei volumi 2 dei nostri libri di testo, ma mi spiace non accennare per niente a questo importante tema. E così, mentre pensavo a come partire col piede giusto coi ragazzi e rispondevo a saluti e messaggi su Facebook (proprio dei miei alunni) ho pensato di sfruttare la loro passione per parlare con loro di qualcosa che li vede poco convinti e interessati: la Chiesa come un grande social network... che oltretutto non si lascia sfuggire l'occasione di annunciare il Vangelo coi nuovi strumenti della comunicazione. In fondo, c'è pure il Papa, no?!
Mercoledì scorso, proprio in 3c, ragionavamo sull'analogia della comunicazione del Vangelo che si è diffusa rapidamente sulle strade (vere, non telematiche) dell'Impero Romano!
Prima cosa: suscitare il loro interesse. Ecco che la prima volta in cui li ho visti dopo le vacanze ho chieso loro di compilare una specie di profilo di Facebook (trovate qui il file da Scribd), ponendo un'unica regola: nella zona dedicata a ciò di cui sono FAN potevano indicare cose, persone, valori, luoghi, ecc... che fossero davvero importanti nella loro vita e nella parte dedicata ai GRUPPI era vietato usare quelli di Facebook, perchè dovevano indicare quelli di cui si sentono parte nella vita reale.
Seconda tappa: condivisione! Ho raccolto i profili compilati, li ho letti a voce alta (omettendo nome e cognome) e li ho inviati a riconoscere l'identità del compilatore di cui avevo di volta in volta la scheda in mano. Abbiamo verificato che si conoscono abbastanza bene...
Terza tappa: cominciamo a lavorare sulla Chiesa. Ho pensato di fare con loro una raccolta dati. Ho preparato dieci domande (ho lasciato il foglio a scuola... ve le posto nei prossimi giorni... promesso...) sulla Chiesa, le ho rivolte a loro - per iscritto, ovviamente- e poi ho detto loro di intervistare qualche loro amico su questo argomento... ovviamente usando Facebook e i loro contatti!
Vedremo come procede il lavoro!
Monica

p.s. auguri a tutti coloro che si chiamano Francesco!

Nessun commento: