martedì 31 marzo 2009

Alla ricerca di segni del Cristianesimo (a Romagnano Sesia)

Ciao,
come promesso nel post di ieri, ecco il resoconto della "Caccia al tesoro"!
Un giovedì pomeriggio di qualche settimana fa, mi sono trovata in classe solo 3 alunni; complice l'influenza e l'assenza di un altro collega, molti ragazzi hanno pensato di tornare a casa prima (non li giudico... l'ora di religione inizia alle 15.50 e finisce alle 16.40!).
Volendo premiare i 3 coraggiosi senza perdere del tutto la lezione, ho pensato di fare una passeggiata per le vie del paese alla ricerca di segni della presenza radicata del Cristianesimo nella città: non si è trattato di una vera e propria indagine approfondita, ma solo dell'occasione per mostrare ai ragazzi quante cose ci parlino della nostra tradizione cristiana senza che noi ce ne accorgiamo.
Ecco il risultato della nostra perlustrazione:
- nomi di vie
- affreschi sui muri delle case con immagini della Vergine Maria
- il comitato pro Venerdì Santo
- statue nelle nicchie di alcuni cortili
- l'immagine di Maria e del Risorto negli annunci funebri
- il campanile che domina la città
- la chiesa parrocchiale, antica abbazia medievale

Abbiamo anche scoperto (ma non ancora visitato) un piccolo gioiellino d'arte, la cosidetta "Cantina dei Santi", con affreschi medievali sui temi dell'Antico Testamento: leggete la bella presentazione dal sito dell'Uciim di Torino (tra l'altro molto ricco di materiali e spunti didattici) che ci conduce in una sorta di visita virtuale.
Monica

lunedì 30 marzo 2009

Una tradizione locale per la Settimana Santa

Ciao,
a Romagnano Sesia, in provincia di Novara, dove ha sede la Istituto Agrario nel quale lavoro, si ripete da oltre 200 anni una sacra rappresentazione del Triduo pasquale. Ogni due anni, le vie del paese si trasformano nella Gerusalemme del I sec. d.C. e ospitano la coreografica messa in scena degli avvenimenti della Passione: è il Venerdì Santo di Romagnano. Leggete qui il programma per quest'anno.
Sul sito della manifestazione, gestita dallo storico Comitato, è anche possibile visionare foto e filmati. Personalmente non sono mai riuscita a assistere, seppur abiti a pochi km di distanza, perché le rappresentazioni coincidono sempre con la liturgia in parrocchia, ma ritengo che sia estremamente interessante che questa tradizione cristiana sia ancora viva dopo tanti anni. E' un segno della presenza del Cristianesimo nella vita del nostro paese, è un segno della fede della gente che ancora sceglie di impegnarsi per non dimenticare il più grande mistero cristiano.
Le foto che accompagnano questo post sono state scattate da alcuni miei alunni: un giorno mi sono trovata solo con 3 studenti in classe e così siamo andati in giro per le vie del paese alla ricerca di segni del Cristianesimo... se vi interessa sapere quali abbiamo trovato, vi dò appuntamento per il post di domani!
Monica

domenica 29 marzo 2009

Informazioni sulle divinità egizie

Ciao,
i miei giovani della 1° Agraria (Secondaria di 2° grado) andranno ad inizio aprile in visita al Museo egizio di Torino.
Non ho voluto quindi lasciarmi sfuggire l'occasione di ripassare e approfondire i concetti chiave dell'antica religione degli Egizi... che tanto affascina e va di moda oggi: quasi tutto quello che riguarda i grandi misteri dell'umanità sembra ruotare attorno a questa religione e civiltà... e molti libri e film d'avventura prendono molti spunti per la trama da personaggi, più o meno storicamente esistiti, della millenaria tradizione egizia.
Messa da parte per un mesetto la ricerca sui Sacramenti, ci siamo buttati sulla religione egizia!
Nel corso della prima lezione ci siamo chiariti le idee su cosa sappiamo... quindi dovremmo iniziare ad esplorare il vasto mondo degli dèi egizi.
Per facilitare la raccolta delle informazioni, ho preparato la seguente tabella che condividi volentieri con voi.
Tabella Appunti divinità Egizie Tabella Appunti divinità Egizie profIRC Tabella di ricerca di informazioni sulle divinità dell'Antico Egitto
Eccovi anche un po' di link dai quali reperire informazioni:
Per gli amanti dei cartoni, i miei studenti mi hanno segnalato le puntate di una serie animata di qualche anno fa, "Papyrus e i segreti del Nilo", il cui protagonista è un ragazzino alle prese coi misteri dell'Antico Egitto... Eccovi la prima parte del primo episodio.
Monica

sabato 28 marzo 2009

Nuova adozione 2009-10: Emmaus

Cari amici,
proprio l'altro giorno ho scelto il nuovo libro di testo per gli alunni della mia scuola (o meglio della scuola nella quale ho insegnato negli ultimi tre anni e nella quale spero di tornare anche il prossimo anno, ma... vedremo); ho valutato e visionato alcune proposte per la Secondaria di 1° grado lasciatemi in sala insegnanti dai solerti e attivi rappresentanti. La mia cuoriosità è stata subito attirata dal volume della Piemme "Alza lo sguardo" che offre numerosi approfondimenti online (Luca ne ha parlato qui), ma poi ho considerato che l''organizzazione dei contenuti non era adatto al mio modo di lavorare e così l'ho scartato.
Alla fine, in mezzo a molte proposte davvero interessanti, ho scelto "Emmaus"di Renato Manganotti per La Scuola editrice.
Qui ne trovate una brillante recensione che condivido.
Aggiungo che ho particolarmente apprezzato:
  1. la chiarezza grafica del testo, l'impaginazione chiara e ricca di immagini, foto e opere d'arte che arricchiscono il testo senza dare fastidio o interromperne la narrazione;
  2. l'organizzazione dei contenuti: nel primo volume molte pagine sono dedicate alle figure più interessanti dell'Antico Testamento e alla storia di Israele, aspetti che non molti libri di testo trattano; il terzo volume, che per me è sempre un problema perché non mi soddisfa mai, offre molti spunti su temi interessanti come l'adolescenza e il confronto tra scienza e fede;
  3. il linguaggio semplice e chiaro, alla portata dei ragazzi;
  4. il fatto che ogni argomento sia esaurito e ben spiegato in una pagina di testo: poche cose chiare sono meglio di troppe confuse, visto che abbiamo 1 ora alla settimana
  5. le proposte filmiche e le attività di comprensione e verifica alla fine dei capitoli che ho trovato belle e fattibili.
Spero di aver fatto una buona scelta.
E voi? Quale testo state usando? Quale testo vorreste consigliare ai colleghi?
Monica

martedì 24 marzo 2009

L'inviato - un romanzo storico

Ciao,
mentre scrivevo il post di ieri, mi è tornato in mente un libro che ho letto l'anno scorso. Si intitola "L'inviato" di Stephen Dando Collins, scrittore australiano. In apparenza, la trama sembra ricordare molto il film "L'inchiesta" (andate a leggere questo post di Teofilo, che ci presenta anche un utile sussidio didattico), ma a mio parere presenta qualche difettuccio in più.
Copio e incollo dal sito delle Edizioni Piemme che hanno pubblicato il libro in italiano nel 2007:
71 d.C. Il dominio di Roma si estende ormai da un capo all’altro del Mediterraneo. Anche la Giudea è stata sottomessa e i suoi tesori hanno arricchito le casse dell’Impero. Eppure, cè ancora un pericolo che minaccia il possesso di quelle terre. Non è un esercito in armi, né un condottiero indomito. È una leggenda, la leggenda di un uomo che, dopo essere stato crocifisso, è risorto a nuova vita. Ora, dopo quarantun anni sono in molti gli ebrei a credere alla storia di Gesù Nazareno e a trovare in essa il coraggio di lottare contro l’oppressore. Roma non può stare a guardare. Per questo invia in Giudea il questore Giulio Terenzio Varro, con il compito di smascherare l’inganno e dimostrare che nessuno è mai tornato dall’oltretomba. Visitando i luoghi che furono teatro di quegli inspiegabili eventi, interrogando i pochi testimoni ancora in vita, Varro si troverà di fronte una realtà molto più complessa di quanto potesse immaginare. E per quanto salda, anche la sua ragione finirà per vacillare.
Vi dico la verità: questo libro mi ha incuoriosito... per buona parte della lettura l'ho apprezzato, ma poi ne sono rimasta delusa... tanto è vero che ho appuntato nella prima pagina un commento per non dimenticare la mia opinione sul romanzo, cosa che, vi assicuro, non faccio mai!
Vi trascrivo i miei appunti, senza alcuna modifica, per lasciare invariato lo spirito originale del mio scritto:
Ottobre 2007
Questo libro si presenta bene, con una trama accattivante, ma poi delude molto alla fine: più che altro il finale sembra eccessivamente affrettato! Tanti interrogativi aperti tengono alta la suspence... ma poi tutto sembra svanire come una bolla di sapone. Riconosco il merito di aver toccato alcuni punti nodali sulle obiezioni circa Gesù, la sua Divinità, la sua Risurrezione... salvo poi non risolvere neanche un dubbio! Semplicemente si insuano i sospetti, ma poi si fanno morire i testimoni, che potrebbero rispondere alle domande del protagonista.
Finale: eccessivo il numero dei morti! Dire che Dio abbia temuto così tanto questa inchiesta da scatenare "fulmini e saette" mi fare troppo!
Non capisco poi da quale luce sia folgorato Varro nella scena finale, quasi troppo "mistica" rispetto al resto della vicenda... e poi una "conversione" è anche frutto di ragione!
Peccato.
Interessanti, comunque, le narrazioni delle operazioni militari romane attorno a Gerusalemme e Masada all'epoca delle rivolte giudaiche.
Insomma, vi segnalo questo libro, ma rimango dubbiosa... Magari qualcuno di voi lo ha letto e vuole esprimere un'opinione diversa...
Monica

lunedì 23 marzo 2009

Il rifugio, un romanzo teologico-trinitario

Ciao,
nell'ultimo numero della rivista Insegnare Religione (LDC) che ho ricevuto per posta proprio in questi giorni, trovo la segnalazione di una romanzo intrigante: "Il rifugio"
Come spiegato in questo post, il libro di William Young si inserisce negli Usa nel filone della narrativa cristiana ed è presentato in Italia nella traduzione della Rizzoli.
Ecco la trama:
Mack Phillips è un uomo alla deriva, alle prese con il dolore più grande, la perdita di una figlia. Un giorno, nella sua cassetta postale compare un biglietto qualcuno che si firma Pa, nomignolo affettuoso con cui la moglie di Mack si rivolge a Dio, lo invita a recarsi "al rifugio", il luogo del suo personale incubo. Lì, qualche anno prima, Mack ha trovato un vestitino macchiato di sangue, l'ultima traccia della piccola Missy, strappata all'affetto della famiglia dalla follia omicida di un maniaco. Mack sembra chiamato a fare i conti con un passato che non lo abbandona, e con quel dolore che ha silenziosamente scavato un solco tra lui e Dio. Così, in un pomeriggio d'inverno, si mette in viaggio. L'incontro con l'autore del biglietto, che gli si manifesterà in modi del tutto inaspettati, è destinato a cambiare per sempre la sua vita, e a restituirgli, dopo quattro anni di buio, la capacità di amare.
Si tratta dunque di un romanzo teologico, che porta a galla le paure e le speranze di ogni uomo, che indaga le domande profonde dell'uomo di ogni tempo.
...in un weekend sospeso nel tempo e in uno spazio paradisiaco Mack compie un intenso cammino interiore tra incontri personali, pasti e conversazioni con i Tre insieme, e vive esperienze sconvolgenti, come camminare sulle acque del lago... William Paul Young, studioso di teologia, attraverso l’esperienza di Mack conduce il lettore a un confronto con una Trinità “umanizzata” che non si sottrae a nessuna domanda, dà tutte le risposte che può dare e non pretende di convincere, ma lascia il tempo e il modo di assimilare la verità che comunica...
Continuate a leggere la recensione in questo articolo.
Il primo di noi che lo legge, ci faccia sapere!
la prof di religione

domenica 22 marzo 2009

Angeli, demoni e Santi: una mostra a Roma

Buona domenica!
Leggo da qui la notizia di una mostra allestita a Roma, nella cripta del centro San Carlo, su Angeli e Demoni: si parte dalla relazione che Gesù attua con loro per poi passare a racconti e testimonianze di queste presenze nella vita di Santi e Mistici.
Il tema pare davvero interessante: molte volte mi capita di accogliere domande degli studenti (e non solo... il mitico bidello Antonio della mia scuola mi pone sempre intelligenti quesiti teologici...!) sul bene e sul male, sull'aldilà e la vita eterna... Capita anche a voi?
Mi pare poi che questo argomento sia abbastanza di moda... (libri, film...) ma prevale più che altro un gusto esoterico-magico più che la volontà di capire davvero la proposta escatologica cristiana.
Qui trovate maggiori informazioni organizzative per chi avrà la possibilità di visitare l'esposizione, mentre a chi non potrà recarsi a Roma nei prossimi mesi segnalo questo articolo: si tratta di una scheda catechetica scritta da mons. Raffaello Martinelli, Primicerio della Basilica dei Santi Ambrogio e Carlo in Roma; una sintesi preziosa per aprire uno spiraglio sull'Oltre.
Monica

Aggiornamento serale a questo post.
Ho appena trovato questo breve video: anche se le immagini hanno l'aspetto dei cartoni animati, le spiegazioni vanno bene anche per i ragazzi più grandi.

giovedì 19 marzo 2009

Se a Ravenna gli alunni fanno da guide... forse!

Ciao,
come promesso in questo post, condivido con voi gli appunti di presentazione dell'arte di Ravenna che ho preparato, insieme alla mia collega di artistica, per preparare la gita coi ragazzi stessi.
Proprio oggi ho assegnato agli alunni della 2A e 2B le parti che devono studiare per fare le "guide" quando saremo là... Vi farò sapere come andrà questo esperimento!
Dell'arte di Ravenna abbiamo già parlato qui, grazie ad una segnalazione di Riccardo.
Buona lettura!
Monica

Guida a Ravenna per alunni Guida a Ravenna per alunni profIRC Informazioni sui principali monumenti della città di Ravenna per la preparazione alla visita di istruzione con la Secondaria di 1° grado

p.s. il documento contiene poche informazioni sul Museo Interreligioso di Bertinoro per il quale vi rimando al sito ufficiale di cui vi ho già parlato. Se volete dare un'occhiata alla presentazione che abbiamo usato nell'incontro coi ragazzi-guide, potete leggere questo post o cercare il file tra le mie presentazioni nella colonna qui a lato.

martedì 17 marzo 2009

Eli, avvocato e profeta?

"Non deve credere, Vostro Onore, ma creda alla mia fede!"
Eli Stone

Ciao,
sto guardando la prima puntata della seconda stagione di Eli Stone in onda su Fox nei canali Sky. Avevo seguito la prima serie incuriosita dalla figura del protagonista e del suo cammino spirituale: Eli, giovane e rampante avvocato, scopre di avere una coscienza e iniziare a prendere a cuore le cause dei clienti non per i soldi e la fama, ma per aiutare davvero le persone (non i clienti) che incontra sulla sua strada.
E qual è la causa di tutto?
Eli ha delle visioni (più che altro sono musical...) che sembrano indirizzarlo per la via giusta. Ecco che l'avvocato si scopre profeta nella New York del 21° secolo!
Combattuto tra i suggerimenti di un guru e i consigli medici del fratello dottore, che attribuisce questo suo "problema" ad un aneurisma nel cervello, Eli cerca di trovare spazio nella sua vita per la presenza di Dio...
Proprio un attimo fa, Eli è tornato al lavoro... La "psicologa" (interpretata dall'affascinate Sigourney Weaver), che gli consegna la ritrovata (ma forse non così vera...) abilitazione dopo l'operazione al cervello, lo congeda con un'interessante considerazione che più o meno suona così: "Non troverai in quel foglio il vuoto che senti... è la presenza divina nella tua vita, è la grazia che ti manca davvero...."
Interessante... non trovate?
Vedremo come procede il telefilm.
Qui trovate il sito italiano dei fan e qui sotto potete gustarvi qualche scena da un episodio della prima stagione con l'incontro di Eli con un drago...
Monica



P.s. Per i più attenti ai dettagli: il protagonista si chiama Eli, il nome del fratello è Natan... non vi suonano profeticamente famigliari??

lunedì 16 marzo 2009

Un museo per le religioni monoteiste (Bertinoro)

Ciao,
in questi giorni sto preparando la visita d'istruzione a Ravenna per le mie classi seconde (Secondaria di 1° grado) insieme alla mia collega di artistica. Il patrimonio artistico di questa cittadina è interamente imbevuto di Cristianesimo! Sarà davvero un'occasione ghiotta per approfondire significati e simboli della religione cristiana... L'eresia ariana ci darà anche lo spunto per riflettere sulle verità di fede fondamentali del Credo.
La mia collega ed io stiamo preparando un libretto con la presentazione dei momunenti che visiteremo nel nostro percorso... affideremo a gruppi di ragazzi un edificio che dovranno spiegare ai compagni come se fossero loro le guide. Vedremo se questo esperimento funzionerà!
Grazie a questa meta ho potuto aggiungere nel programma della visita una sosta al Museo Interreligioso di Bertinoro, di cui avevo letto la notizia su un giornale due estati fa.
L'interessante museo si pone come ambizioso obbiettivo far conoscere gli elementi principali delle tre grandi religiose monoteiste: Ebraismo, Cristianesimo e Islam.
La struttura ha un sito davvero ben fatto, che illustra il cammino del visitatore, raccoglie belle immagini e offre spunti per la riflessione.
Date un'occhiata da qui!
Oltre alla storia del Museo, si può scoprire il percorso di visita delle 12 sale, precedute da un ingresso con uno splendido e simbolico portale; a conclusione si entra nella suggestiva cisterna.
Il Museo sorge in cima alla rocca del piccolo ma affascinante borgo.
Per ora accontentatevi della visita virtuale... vi dirò, appena torno, se ne vale davvero la pena.
Monica

domenica 15 marzo 2009

Analizzare a scuola i 7 Sacramenti

Ciao,
in queste settimane ho iniziato un lavoro sui Sette Sacramenti coi miei alunni della classe prima Agraria (Secondaria di 2° grado). Mentre ragionavamo sui segni del Cristianesimo nella vita e nella cultura, mi è venuto in mente di riprendere i Sacramenti e approfondirne significati e simboli. Ne è nata una tabella interessante che ho compilato grazie ai suggerimenti e le idee dei ragazzi. La trovate qui sotto e da qui potete accedere allo schema vuoto.
Sacramenti Segni cristiani - Tabella completa
La nostra idea sarebbe di affidare un sacramento ad un gruppo di alunni che, a partire dagli spunti che abbiamo raccolto e condiviso, prepari una presentazione estesa dei contenuti.
Vedremo come procede il lavoro...
Monica

venerdì 13 marzo 2009

Galileo e l'astronomia... il cielo tra scienza e fede.

Ciao,
questo post ieri mi ha guidato in un affascinante viaggio alla scoperta di iniziative e risorse
Il rapporto, il dialogo, lo scontro tra scienza e fede è di grande attualità oggi sia nel mondo degli adulti sia nella didattica dal punto di vista etico e biblico: i nostri ragazzi sono figli di questo tempo ipertecnologico... e molto spesso faticano a dubitare della scienza ed etichettano, fin con troppa leggerezza, l'approccio religioso come falsità o mito. Trovo sempre fecondo il confronto in classe su queste tematiche.
Nei libri di testo per la Secondaria di 1° grado, almeno quelli che conosco io, è la figura di Galileo Galilei a dominare il capitoletto, in genere nel terzo volume, sul dialogo tra scienza e fede, soprattutto in riferimento alle origini del mondo.
Il 2009 come anno dell'Astronomia può diventare occasione propizia per riprendere in mano questo tema affascinante.
A Firenze, città dove morì Galileo, parte proprio oggi una mostra su "Immagini dell'universo dall'Antichità al telescopio", attorno alla quale sono da segnalare risorse online davvero interessanti, anche per la didattica:
1. il sito della mostra: oltre ad un grafica davvero preziosa, il sito offre molte informazioni sulla mostra, gli orari, le modalità di visita... E' possibile scaricare in pdf il Passaporto per Galileo, una ricca pubblicazione con segnalazioni ed eventi legati a Galileo a i luoghi per approfondire la sua opera a Firenze e dintorni2. il sito dell'Istituto e Museo della Storia della scienza a Firenze ci presenta molte risorse utili e ben fatte per la presentazioni agli alunni, anche in collaborazione coi colleghi di scienze e tecnologia, soprattutto gli strumenti galileiani, esplorabili in 3d.
3. Sempre da qui ci accede al Portale Galileo con tantissimo materiali da vedere, sfogliare e scaricare; interessante, anche dal punto di vista artistico, le raffigurazioni pittoriche dello scienzato.4. Altra risorsa dell'Istituto della Storia della Scienza è l'esplorazione virtuale della mostra, con la presentazione delle diverse sezioni dell'esposizione oltre a articoli, video e immagini sull'evoluzione dell'approccio e dello studio rivolto verso il cielo... a partire dalla visioni più religiose fino ai moderni strumenti tecnologici. Per noi Idr è molto bella la parte sui Babilonesi, sul Giudaismo e l'Islam nonchè la sezione sull'Evangelizzazione del cosmo.
5. Infine, dal Portale dei Ragazzi, una sezione per prepararsi alla visita coi ragazzi; carino e stimolante il gioco "da tavola" in flash "La scienza per gioco", una sfida da affrontare da solo o con i compagni.
Monica

mercoledì 11 marzo 2009

Quiz e flashcards per interrogare gli alunni via web

Ciao,
ecco una risorsa carina per veri prof 2.0!
In questo post ho trovato il link per il sito ProProfs.com che contiene alcune applicazioni interessanti e facili oltre a materiale già prodotto da altri insegnanti e disponibile in rete; purtroppo non sempre la lingua dei test è l'italiano... ma ci penseremo noi ad incrementare le presenze nostrane!
E' possibile creare dei test (sotto forma di quiz o di flashcards) con cui sfidare alunni (ma anche amici e parenti... perché no?!) sulla conoscenza dell'argomento da noi individuato.
Occorre registrarsi gratuitamente inserendo indirizzo email, nome utente e password per essere attivi, mentre per sfogliare le risorse già presenti non serve fare il Login.
Da questa pagina si accede alla raccolta di flashcards di argomento religioso, da qui quelle specifiche sulla Bibbia... E' possibile copiare il codice embed e aggiungerlo al nostro blog come ho fatto qui sotto con un test sulle citazioni bibliche (mica tanto facile... tra l'altro!)


Anche per la parte dei quiz valgono le stesse regole: possiamo creare i nostri test, copiarne il codice per aggiungerlo su blog e siti se ne abbiamo... oppure esplorare il lavoro condiviso dai colleghi di tutto il mondo.
Ci sono alcuni questionari sulla Bibbia in questa pagina: ne ho scelto uno per mostrarvi come viene visualizzato una volta incorporato nel blog... e anche per farvi ripassare un po'! Io ho totalizzato 26 punti su 31... si può fare di più!
The long bible quiz » Quiz Maker

Buon lavoro!
Monica

martedì 10 marzo 2009

In mostra a Milano "L'anima dell'acqua"

Ciao,
leggo qui la segnalazione di una mostra ospitata a Palazzo Reale a Milano (proprio a lato del Duomo) già dal novembre scorso fino al 13 aprile: la protagonista è l'acqua nell'arte.
I curatori dell'illustre raccolta di ben 121 opere d'arte (Elena Fontanella e Cosimo Damiano Fonseca) hanno articolato il percorso in sei sezioni che vogliono approfondire i molteplici significati dell'elemento acqua per la vita dell'uomo, la sua cultura e la sua spiritualità:
  1. l'acqua come creazione: fonte della vita e pericolo minacciosa per la stessa... come insegna la Bibbia... in una sorta di opposizione di bene e male.
  2. l'acqua come madre: la vita che nasce ed è cullata nel grembo materno
  3. l'acqua come bellezza: a partire dal perfetto eqiulibrio del corpo umano di cui l'acqua è un elemento fondamentale...
  4. l'acqua come viaggio: sia fisico sia interiore, introspettivo, epico...
  5. l'acqua come trasformazione: il suo potere di erosione... la sua forza di cambiamento...
  6. l'acqua come purificazione: tema caro alla riflessione religiosa ebraica e cristiana... dai bagni rituali al battesimo...
Sembra davvero interessante!
Mi è tornato in mente che qualche tempo fa una mia amica catechista mi ha chiesto qualche suggerimento per un cartellone: voleva raccontare ai bambini alcune storie bibliche che avessero a che fare con l'acqua. Così abbiamo provato a farne un elenco, che condivido volentieri con voi.
Acqua nella Bibbia

p.s. una nota curiosa. Sempre a proposito di acqua che ne dite di un gadget da collegare al nostro computer via usb? Si tratta di una fontana in bamboo... che si attiva in connessione al nostro pc e accompagna il nostro lavoro col lento scorrere dell'acqua... se ne inventano di tutti i colori!!! Attenzione, però: nell'articolo è segnalato anche un possibile effetto collaterale fastidioso!

venerdì 6 marzo 2009

La Bibbia e le maestre - 2

Ciao a tutti,
anche oggi pomeriggio ho partecipato come relatrice ad un incontro di aggiornamento per le insegnanti dell'Infanzia e della Primaria che scelgono di insegnare religione. Avevo già parlato qui della mia prima esperienza e qui ho segnalato un articolo sull'uso della Bibbia a scuola.
Confermo che anche questo secondo incontro mi è sembrato davvero una bellissima esperienza: le insegnanti stesse alla fine (ed erano già le 19.00!) hanno detto che sarebbero felici di avere altri incontri per confrontarsi e lavorare sul testo biblico; la Bibbia non smette mai di esercitare il suo fascino misterioso.
Ancora una volta nel mio gruppo di lavoro non sono mancate tante domande intelligenti che hanno alimentato l'interessante dibattito.
Condivido con voi la presentazione che abbiamo usato per l'introduzione al Laboratorio: le prime slides cono uguali a quella dell'incontro del mese scorso, mentre ho modificato la parte "Valigetta degli attrezzi" dando maggior spazio ad una selezione di siti utili. Grazie ai colleghi per il loro lavoro che ho potuto offrire come contributo!
Per ragioni di spazio, non ho potuto includere nella lista tutti i siti validi che ho incontrato in questi mesi.

Monica

martedì 3 marzo 2009

Disabilità ed autismo

Il Centro Natura Docet di Varallo Pombia (No) ha avviato un interessante ciclo di incontri sul tema della disabilità e dell'autismo, dal titolo "Psicologia e Psicopatologia dell'età evolutiva". Come potete notare dal programma, purtroppo il primo appuntamneto si è già tenuto lo scorso 27 febbraio - io ho appreso dell'iniziativa solo quest'oggi - ma dal modulo di iscrizione deduco che è possibile prenotarsi ancora per quelli successivi, a tutti come anche ad uno solo. Non sono pochi, purtroppo, i nostri allievi che sono affetti da simili disturbi; pertanto un aggiornamento in merito potrebbe sempre tornare utile.
Riccardo

Forum del Libro scolastico e IRC

Come credo molti di voi già sapranno, dal 5 al 7 marzo 2009 al Sermig - Arsenale della Pace, Piazza Borgo Dora 61, Torino, si terrà il primo Forum del Libro Scolastico, organizzato dall'Ufficio Scolastico Regionale in collaborazione con gli editori, la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, la Fabbrica di Milano. Tre giornate intense per permettere al grande pubblico, per primi gli insegnanti, gli studenti e le famiglie, di conoscere meglio il libro scolastico quale strumento fondamentale di apprendimento, formazione, orientamento. Grazie all'intervento di insegnanti, dirigenti scolastici, autori, editori e nomi autorevoli della cultura, della politica e della società civile, si intende tracciare una linea culturale del territorio torinese e piemontese rispetto a temi attuali ed emergenti della scuola. L'incontro costituirà inoltre un'occasione per presentare le novità che stanno interessando il sistema scuola. Vi allego la circolare regionale, il programma e la scheda di iscrizione da compilare qualora una scuola intenda far partecipare alcuni dei propri allievi ad uno o più eventi. Tra questi, elencati appunto nel programma, verrei segnalarvene due, che interessano direttamente l'IRC, presumibilmente, il primo contro, il secondo a favore:
  1. giovedì 5, ore 19:00, Auditorium: "L'ora di religione e i minuti di matematica". Una lezione con Piergiorgio Odifreddi
  2. sabato 7, ore 16:00, Sala 1: "L'ora di religione, L'ora alternativa, L'educazione civica. Con quali libri?". Interverranno Ermis Segatti (Referente per la cultura della Diocesi di Torino), Laura Sciolla (Presidente nazionale UCIIM), Lia Ferrara (Editor Lattes Editore), Riccardo Gallarà (D.S. del Liceo classico Alfieri di Torino), Paolo D'Errico (D.S. dell'I.T.I.S. Fauser di Novara), Riccardo Grassi (Responsabile del settore scolastico dell'Editrice Elledici). Modera il dibattito Irene Soave, giornalista di Leggo
Riccardo

lunedì 2 marzo 2009

Meeting 2009 "Stop and Go" Lago Maggiore


Per chi non ne fosse ancora a conoscenza, Creativ è una cooperativa sociale che da anni offre ottimi servizi alla persona ed ai gruppi. Fra le molteplici iniziative promosse si possono annoverare i Meeting di Creativementi. In particolare vorrei puntare la vostra attenzione sul Meeting Stop and Go che si terrà a Massino Visconti (No) dal 27 al 29 marzo. Qui vi riporto le informazioni che ritengo essenziali: la presentazione dell'evento con le relative finalità; il programma delle giornate, con in particolare la descrizione dettagliata dell'offerta formativa; il luogo in cui si terrà l'evento e come raggiungerlo; le modalità di iscrizione.
Ho avuto la possibilità di partecipare al Meeting Stop and Go che si tenne lo scorso anno a Novara e sulla base dell'esperienza fatta consiglio vivamente a educatori, insegnanti, genitori e studenti delle scuole superiori di prendere in seria considerazione la possibilità di partecipare a questo prossimo evento. Fine ultimo di queste iniziative è la valorizzazione della persona attraverso interventi che siano espressione della cultura di intrecciare reti tra le varie agenzie educative operanti in uno stesso territorio; perchè "educare da soli, è perdere in partenza"

Riccardo

domenica 1 marzo 2009

La parabola della pecorella smarrita (e issue)

Buona domenica!
Torno a presentarvi una parabola a fumetti che ho provveduto a tradurre dall'inglese.
Ne ho già parlato qui.
Questa volta ho scelto il sito di Issue per caricare il libretto sfogliabile e incorporarne il codice nel post. Eccolo qua:

Issue permette si accedere ai suoi servizi di pubblicazione tramite una registrazione gratuita; potrete quindi gestire il vostro profilo, caricando i files e decidendo le opzioni per la condivisione.
Ho lasciato attiva la possibilità di effettuare il download del file originale, che potrete quindi prelevare, se vi può essere utile.
Ah, dimenticavo di dirvi come ho preceduto per realizzare il libretto:
  1. dopo aver scaricato e salvato le immagini della parabola in inglese, ne ho aperta una alla volta con Gimp
  2. ho cancellato con lo strumento gomma i testi in inglese e ho aggiunto quelli in italiano
  3. dopo aver salvato le nuove immagini in una cartella, ho aperto Scribus
  4. ho creato un libretto (scegliendo pagina doppia dal menu d'avvio) in A5 di 16 pagine, ho caricato le immagini e inserito la scritta introduttiva a pagina 3.
  5. Ho quindi salvato il file e poi l'ho trasformato in un pdf, con il bottone inserito nella barra degli strumenti di Scribus (ve ne ho parlato in alcuni post sui programmi opensource)
  6. Ultima tappa: ho caricato il file nel mio account di Issue, ho prelevato il codice embed e l'ho incollato nel post (in Modifica Html)
Aggiungo un giochino a tema, Sheep Dash, che ho trovato grazie a questo post: si tratta di verificare i nostri riflessi, premendo il tasto della siringa di sonnifero quando vediamo una pecorella che tenta di scappare dal recinto... Diciamo che non è molto in linea con la parabola del Vangelo, ma certo farebbe risparmiare al pastore lunghe peregrinazioni notturne alla ricerca di qualche fuggiasca ribelle!
Monica